Home >
>
Corso di formazione per volontari ASLTI “Amici per un sorriso”

Eventi e News

Corso di formazione per volontari ASLTI “Amici per un sorriso”

2017-04-11_095802

Da diversi anni, presso la Divisione di Oncoematologia Pediatrica di Palermo, i volontari ASLTI offrono ascolto e sostegno  al bambino in cura e ai suoi familiari.

Il volontario rappresenta l’umanità e la solidarietà all’interno dell’ospedale. La gratuità della sua opera, la sua disponibilità, di tempo e non solo, e la maggiore simmetria della relazione che si viene a creare costituisce, per il giovane paziente onco-ematologico un’opportunità unica di affidamento, di dialogo e di distrazione.

Il volontario  offre  ascolto a chi ha bisogno di condividere paure e dolore, può organizzare attività diversionali, momenti di gioco e di piacevole condivisione e può alleggerire, collaborando con il personale ospedaliero, i numerosi e inevitabili disguidi di una sanità non sempre a misura di bambino.

Per offrire questo tipo di attenzione, vicinanza e sostegno, il volontario non può improvvisare o affidarsi al caso. Oltre alla motivazione è necessaria una competenza, in primo luogo per non attuare condotte verbali o non verbali che possano nuocere al malato o essere d’intralcio per il personale ospedaliero, in secondo luogo per essere veramente d’aiuto e, ancora, per non  lasciarsi coinvolgere personalmente dai vissuti drammatici di cui inevitabilmente il paziente e i suoi familiari sono portatori e crollare sotto il peso dell’angoscia altrui.

Al momento dell’ingresso in Associazione, il volontario frequenta, un corso di formazione psicologica e medica di base dove vengono affrontati argomenti cardine quali il ruolo del volontario e la relazione di aiuto, il bambino malato e la malattia, la famiglia, l’ascolto e la comunicazione, la relazione con lo staff dell’ospedale e le norme igienico-sanitarie. Obiettivo fondamentale del corso è il potenziamento della capacità di analisi del bisogno dell’Altro e di lettura del contesto per selezionare le modalità comportamentali più adatte a rispondere a quel bisogno, in sinergia con chi cura e rimanendo sempre consapevoli dei limiti del proprio ruolo e di quello che accade parallelamente nel proprio mondo interno.

Il percorso formativo non può esaurirsi però con la formazione di base, ma deve continuare in maniera permanente e deve essere pensato e implementato insieme ai volontari, sulla scorta delle loro esigenze formative.

 

Cliccando qui potrete iscrivervi al Corso di Formazione: avete tempo fino al 30 aprile.

Scegli la tua donazione
Nome*
Cognome*
Telefono
Email*
Indirizzo*
Città*
Provincia*
CAP*
Scrivi un messaggio
Codice di verifica: Il risultato di 13+15 ?